Caldo record? Gli scienziati: “E’ un’arma chimica”


L’innalzamento delle temperature è di origine artificiale. Secondo un gruppo di scienziati statunitensi è un’arma che mira ad indebolire l’intera popolazione mondiale…

caronte.110

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mentre i geoingegneri manipolano il clima, i media di regime manipolano i dati sul meteo, ad esempio quelli sui valori di umidità relativa e pressione atmosferica: i vari organi ufficiali continuano a ripetere che l’attuale ondata di caldo, abbattutasi su gran parte dell’Europa, è dovuta all’anticiclone africano cui sarebbe connessa un’umidità molto elevata.

Non è vero: i valori igrometrici sono bassi in misura anomala anche nelle località di mare a tal punto che non si formano quasi mai delle nuvole; al massimo in un cielo grigio-violaceo al mattino aleggia qualche brandello di cumulo polveroso che è poi dissolto nell’arco delle ore successive. Se i parametri di umidità fossero alti, si dovrebbero generare i nembi e si dovrebbero scatenare i temporali di calore anche sulle città, fenomeni che sono oggi solo un pallido ricordo del passato.

In un firmamento così opaco non è agevole discernere gli aerei chimici (a bassa quota) con le loro scie persistenti ed effimere o assenti, ma le operazioni di avvelenamento globale continuano senza requie, notte e giorno, pure quando il cielo sembra “sereno”. Non solo: i riscaldatori ionosferici e probabilmente i satelliti in orbita geostazionaria seguitano ad irradiare campi elettromagnetici che aumentano le temperature in modo drastico e mirato.

La verità è che il pianeta, soprattutto l’emisfero settentrionale, è sempre più caldo, ma non a causa delle emissioni di biossido di carbonio né a seguito dell’attività solare: certe aree sono roventi a cagione delle attività chimico-elettromagnetiche che, tra le altre cose, depauperano l’atmosfera di ossigeno. L’umidità è decurtata o migra in aree circoscritte dove provoca disastrosi nubifragi. Le società private, che lucrano sull’acqua e sulla siccità, sono già sulla porta di casa, come petulanti piazzisti.

Le microonde sono una forma di radiazione non ionizzante che, producendo un violento attrito tra le molecole, genera calore. E’ quanto sta accadendo in questo periodo con i “caloriferi” al massimo: ne consegue un’afa spaventosa, secca ed innaturale. Gli esseri viventi ne risentono in modo preoccupante: gli alberi sono ustionati da raggi ultravioletti non filtrati dall’ozonosfera ridotta a colabrodo, animali e uomini accusano tutti i sintomi dovuti ad una calura infernale. Le “nuvole” zigrinate o simili a denti di pettine sono la grottesca conseguenza di pesanti azioni sul clima.

“Riscaldamento globale”, “cambiamenti climatici”, “febbre del pianeta” sono i mantra dei globalizzatori del clima, ma che cosa sta accadendo veramente?

In buona sostanza lo sconvolgimento degli equilibri è provocato dalla guerra climatica con un innalzamento occasionale ed estemporaneo delle temperature di origine artificiale, soprattutto nell’emisfero Nord (più trafficato da velivoli commerciali e con una maggiore presenza dei cosiddetti “riscaldatori ionosferici”). Questo spiega perché, in questo periodo, mentre il pack artico tende a ridursi, sebbene non in modo catastrofico, i ghiacci antartici si stanno espandendo. Lo spostamento indotto delle correnti a getto e le anomalie del Nino sono una delle cause principali della variazione dei flussi idrodinamici in quota.

Il resto è ottenuto con le microonde ed i metalli elettroconduttivi aviodispersi. E’ dunque evidente un balzo del tutto anomalo dei parametri termici, fenomeno commisurato all’intensità delle operazioni di geoingegneria clandestina. Infatti le misurazioni sin qui eseguite da oltre 100 anni non mostrano un aumento delle temperature medie sulla Terra, piuttosto una tendenza nella norma. La N.A.S.A. ed altri enti sono stati spesso colti in flagrante a falsificare i dati, pur di avvalorare la tesi del global warming.

Dispiace, però, che al negazionismo classico si aggiunga la disinformazione di siti pseudo-indipendenti che se, correttamente, smentiscono l’equazione tra biossido di carbonio ed i cosiddetti cambiamenti climatici, dall’altro attribuiscono le aberrazioni meteorologiche solo a manifestazioni naturali (macchie solari, raggi cosmici, cicli atmosferici etc.). Sulla base di studi che ignorano del tutto la geoingegneria clandestina, evidenziando solo fattori geo-fisici, gli esperti di questi portali sono giunti a preannunciare, usando astrusi modelli, copiose piogge (non tornado e celle autorigeneranti indotte!) in Italia per la prima decade di luglio.

Fonti: ECplanet; tankerenemy.com – Scie Chimiche (Chemtrails) – TANKER ENEMY TV – tankerenemymeteo.blogspot.co.uk

 

 

Annunci

Le previsioni climatiche sul pianeta terra


In questo annuncio da parte della corrotta amministrazione statunitense in collusione con il loro dipartimento del governo ombra F.E.M.A. è un omaggio mortifero per quello che verrà scatenato agli americani per la prossima stagione. Grazie alla formidabile HAARP/EMF e la consapevolezza tecnologica delle scie chimiche e con il monitoraggio da parte della comunità alternativa saremo in grado di individuare in sintesi le armi della geo-ingegneria, armi climatiche in uso più che mai quest’anno, in grado di fornire un sistema precoce di allarme.
In sintesi, saranno in grado naturalmente di assicurarsi tempeste devastanti che potrebbero accadere anche ora, facciamo in modo da tenere gli occhi aperti.
Le loro false “previsione” (QUI il video), e tutto a causa delle “emissioni di carbonio”, naturalmente, incolpando quello che la natura e l’umanità produce naturalmente ed è di vitale importanza per la vita sul nostro pianeta.

Ancora più strano è fatto che il canale meteo, di proprietà e manipolato da società statali, compreso il NOAA, prevede una stagione di catastrofici uragani, mentre il TWC (un canale TV via cavo che opera in 29 paesi) citano gli effetti del riscaldamento di El Niño nel Pacifico.
  
Nota bene che la corrente dei venti generati da El Niño dovrebbe normalmente moderare il clima. Questi sono i tipi di correnti, come la corrente a getto, sono in grado di guidare utilizzando la tecnologia per il controllo del tempo. Se le cose non dovessero andare come previsto, potrebbero benissimo essere utilizzati i flussi naturali, facendole convergere con correnti manipolate da altrove, che solitamente vengono effettuate su grandi centri abitati, come hanno fatto molte volte prima.


La loro continua aggressione è fatta in modo per dare l’allarme. 

Obama avverte di uragani devastanti 
e del cambiamento climatico
Pur essendo informato dai funzionari del quartier generale della Federal Emergency Management Agency (FEMA), Obama, ha esortato il pubblico a prepararsi ora per la stagione degli uragani di quest’anno.

“Obama ha detto: i cambiamenti che stiamo vedendo sul nostro clima, significa che, purtroppo, come le tempeste di sabbia potrebbero finire per essere più comuni e più devastanti.
 
“Inoltre ha aggiunto: è per questo che ci stiamo prodigando e, ad affrontare i pericoli di inquinamento da anidride carbonica che hanno contribuito a causare questo cambiamento climatico e il riscaldamento globale. E’ per questo motivo, che siamo così preparati, con l’aiuto di reparti formidabili, pensando a come possiamo costruire un’infrastruttura più elastica”. (fonte)

Un’altra “infrastruttura elastica” come tutti sappiamo è una neo-lingua orwelliana per azioni e controlli più draconiani. La tesi è che si potrebbe anche iniziare a istituirne una prima del tempo.

Ecco cosa è la F.E.M.A.

La FEMA è praticamente il riassunto di quelli che costituiscono le “forze oscure”, istituendo campi di internamento nei quali hanno abusato e devastato ogni post-catastrofe ad oggi. Per i più di voi questa ricerca è nuova. Puoi iniziare QUI sulla FEMA e il governo ombra e QUI per geo-ingegneria e QUI sull’uso delle armi meteorologiche. E’ la stessa implementazione come l’Agenda 21 per rendere più morbido il territorio e concentrare le popolazioni in gruppi controllabili, portando a conoscenza con False flag, la tesi dell’ingegneria delle catastrofi e, farle apparire “naturali” e/o “spontanee” fuori controllo e per rendere la popolazione (inconsapevole) chiedendo disperatamente aiuto al governo … il quale si dimostrerà molto felice di esaudire qualunque desiderio che li porti affondo.

by Zen Gardner 
ZenGardner.com

H.A.A.R.P. l’arma più distruttiva che sia mai stata inventata!


HAARP

Proponiamo alcuni estratti da un articolo scritto da Alessio Di Benedetto ed intitolato Angeli, non suonate quest’arpa. Come è noto, con H.A.A.R.P. si intende un gigantesco sistema di antenne ubicate a Gakona (Alaska), il cui scopo ufficiale è lo studio della ionosfera, ma che in realtà è una potente arma per manipolazioni climatiche e tettoniche.
Occorre ricordare che impianti simili, altrettanto potenti, sorgono anche altrove, in Svezia, Russia, Francia, Italia… Lo studio di Alessio Di Benedetto è un contributo fondamentale, poiché dovuto ad un esperto nel campo delle frequenze: l’autore, infatti, è docente di Storia ed estetica musicale presso il conservatorio di Foggia.
Ha scritto numerosi libri di argomento musicale, in cui spazia dalla storia antica alla fisica, dalla simbologia alle scienze di frontiera. Le sue numerose pubblicazioni hanno riscosso grande successo di critica e di pubblico. Chi meglio di Di Benedetto dunque, abituato a disquisire di armoniche, frequenze, vibrazioni… può comprendere i veri fini di H.A.A.R.P.? Il testo illumina, con mirabile chiarezza e sulla base di investigazioni scientifiche, la relazione tra risonanza Schumann, la pulsazione naturale della Terra, e l’inquinamento elettromagnetico.
E’ doveroso ringraziare ancora una volta il gentilissimo Dottor Gianni Ginatta che ci ha segnalato l’articolo. Validissimo ricercatore, animato dal sincero desiderio di verità, al Dottor Ginatta vanno i nostri attestati di stima per la sua abnegazione e per il suo disinteressato sostegno. L’uomo materialistico, assetato di potere e di odio per il mondo ed il creato, ha messo a punto un sistema di distruzione del Canto della Terra, la cui voce risuona alla frequenza di 7,83 htz.
HAARP Warning Sign
Ci riferiamo al Progetto H.A.A.R.P., un vero e proprio piano di manipolazione mentale, per controllare il nostro modo di pensare. Esso è stato realizzato dai poteri forti statunitensi attraverso l’emissione nell’atmosfera di segnali sonori molto bassi (infrasuoni) che interferiscono con il flusso di onde analoghe irradiate dal cervello umano. Non dimentichiamo che, dal punto di vista della Fisica vibrazionale, tutti i processi biologici dipendono dalle interazioni dei campi elettromagnetici e gravitazionali. Qualsiasi attività umana organica e vitale pulsa in risonanza con la frequenza Schumann.
La nostra stessa salute dipende dall’accordo con siffatto suono. L’alterazione artificiale di cui è fatta oggetto questa frequenza della Terra ci impedisce di sognare, di fantasticare, d’inventare, di stare in pace con noi stessi e con gli altri. […]
Il cervello emette onde che, nello stato di veglia, funzionano all’incirca tra 13 e 33 hertz (onde Beta) o che durante lo stato di meditazione profonda variano tra 3 e 7 hertz. Le onde Alfa (7-12 hertz) si sprigionano nel dormiveglia o in una condizione meditativa leggera.
Infine vi sono le onde Gamma (34-60 hertz) che sono preposte a collegare tempo e spazio a livello neuronale e ad interrelare la realtà in quanto interpretazione complessiva (memoria e coscienza).
L’uomo è il prodotto di un’interferenza d’onda generata tra il suo campo elettrodinamico e la risonanza di cavità Schumann. Il cervello umano è un complicatissimo congegno ricetrasmittente.
Ne consegue che le turbolenze geomagnetiche causate da H.A.A.R.P. e dall’innalzamento della temperatura terrestre  (provocato anche dalle scie chimiche, n.d.r.), provocano disturbi mentali e del comportamento.
L’elettrosmog potrebbe oggi causare cambiamenti evolutivi incontrollabili e distruggere alcune specie viventi nonché scatenare attacchi cardiaci, tentativi di suicidio, crimini efferati…
La cassa di risonanza Terra-Ionosfera subisce delle modulazioni naturali derivanti dalle macchie solari, dal ciclo lunare, dalle maree che variano lo spessore risonante della biosfera.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Progetti come H.A.A.R.P., che riscaldano o eliminano la ionosfera, costituiscono potenzialmente una minaccia di proporzioni catastrofiche per gli equilibri armonici degli esseri viventi e del pianeta.
L’innalzamento della risonanza Schumann deriva da immissioni di reti elettromagnetiche artificiali e di cluorofluorocarburi che stanno distruggendo l’ecosistema vibrazionale terrestre.
Nulla a che vedere dunque con la ventilata elevazione della coscienza planetaria. […]
Già nel 1915 Nikola Tesla rilasciò un’intervista al New York Times in cui affermò che era possibile alterare la ionosfera. Variando le frequenze in gioco ed i tempi di esposizione, si possono ottenere i seguenti risultati: – influire in maniera drastica sul tempo atmosferico; – provocare terremoti; – interferire con le onde cerebrali di uomini ed animali; – generare esplosioni nucleari senza ricaduta radioattiva; – eseguire la tomografia della Terra; – irradiare calore persino in bunker situati a grandi profondità; – eliminare le comunicazioni su aree specifiche vaste, mantenendo quelle militari.
La ionosfera è simile ad una sottile pelle protettiva contro le particelle ad alta energia che viaggiano verso la Terra dal Sole.
Dan Eden ricorda che persino un buco temporaneo o uno strappo in questo campo ionizzato potrebbe produrre delle mutazioni genetiche e persino la morte. Alcuni scienziati temono pure che la ionosfera potrebbe collassare per uno squilibrio elettrico. […]
Siamo perciò di fronte ad una delle armi geofisiche il cui potere devastante non ha confini e che è in grado di produrre alluvioni o siccità, esplosioni radianti a qualsiasi altitudine e sotto la crosta terrestre, provocando terremoti di qualsiasi entità.
Fonte : Tanker enemy

IL SOLE BIANCO


sole bianco

 

Gli estremi meteo di oggi sono un prodotto dalla geo-ingegneria

 

Tutti gli scienziati concordano sul fatto che le conseguenze della geo-ingegneria non sono ben stabilite. Perché se ne parla in luoghi comuni,come se vivessimo in un esperimento. Uno studente di dottorato in Zirrusmodellierung professore di Fisica dell’Atmosfera presso il Politecnico federale di Zurigo scrive:

“Quanti e quali effetti negativi porta con sé la geo-ingegneria,certamente non sarà quello di determinare mai completamente le considerazioni teoriche dei modelli climatici.

Ma solo quando di fatto viene introdotto il solfato nella stratosfera, è possibile stimare l’entità dell’impatto.

Nachrichten.ch, 2012/07/12 , ha citato il ETH-Klimablog/6.12.2012 /)


Nelle azioni in corso della geo-ingegneria, da un lato sono stati gli sprayings, scie di aeromobili ed altri terrene applicazione di aerosol oltre a flotte oceaniche distribuite sul territorio 

(sia in relazione agli impulsi elettromagnetici di impianti HAARP), è pertanto gli esperimenti sul campo e, gli effetti sono solo appena esplorati.

Quindi si può essere quasi certi che le condizioni atmosferiche più estreme di oggi , vale a dire, l’improvviso cambiamento della temperatura sia in inverno che in estate di quasi 20 gradi, temporali incredibili con lampi innumerevoli, i venti feroci che si verificano a sorpresa parzialmente complete in stagioni che non sono esattamente conosciute per i venti forti e che portano in questo secolo una siccità mai vista prima, ecc, tutto questo non è un prodotto del presunto cambiamento climatico, ma sono un prodotto della megalomane geo-ingegneria.

Il tempo di par suo è completamente folle, che è abbastanza logico, dal momento che tutta l’atmosfera si è arricchita nel corso di questi esperimenti con aerosol artificiali e si arricchisce così ancora in corso d’opera, che vengono poi “licenziate” da parte degli impianti HAARP, al fine di ottenere gli effetti desiderati.

Lo Scienziato Dr. Richard Williams, che è stato sentito a causa della struttura HAARP in Alaska prima che la commissione convocata per il National Affairs, tra le altre cose, ha detto che:

“Voglio mettere in guardia il legislatore di una cosa a riguardo dell’Alaska, e, in aggiunta ai suoi effetti a livello locale potrebbe essere una minaccia per il clima globale. 
Si tratta dell’HAARP. (…) 

L’Energia di irraggiamento di questa portata il risultato potrebbe avere gravi conseguenze  sull’atmosfera. Questo potrebbe cambiare drasticamente le proprietà termiche dell’atmosfera e la loro rifrazione, la dispersione ed emissività rimarrebbe in un ampio intervallo nello spettro elettromagnetico.

Esperimenti a questo livello di energia, porterebbero grandi cambiamenti nella densità causando un caricamento delle particelle nell’atmosfera, che persisterebbero per qualche tempo, portando così a cambiamenti permanenti.

Che gli impianti HAARP sono in uso costante, è indicato dalla presenza quasi costante di modelli di nube a coste. Come l’interazione tra le scie chimiche e le operazioni HAARP, è nel documentario “Perché stanno spruzzando nel mondo“, è stato spiegato da parte di esperti.

Tornando alle condizioni atmosferiche più estreme. Che cosa significa questo per noi e soprattutto per la natura è difficile da immaginare. Si sta pensando solo delle perdite dei raccolti per gli agricoltori a causa della pioggia troppo o troppo poca, o su tutte le gemme che a gennaio vengono ora congelate a morte durante lo snap del eccessivo freddo. Si sta pensando a tutti gli animali che prendono la vita a causa dei giorni caldi della loro dormienza invernale e quindi morire di fame e/o congelamento.

Pensate a tutti gli alberi sono stati abbattuti per la tempesta a causa di danni della geo-ingegneria  (anche se avevano resistito per molti decenni, ad ogni tempesta naturale). E si può anche dire che non è da escludere che la geo-ingegneria è già costata la vita di alcune persone in Germania. Abbiamo qui le vittime fulmini di un temporale che ha fatto saltare tutte le dimensioni conosciute .

Per tutti questi danni e forse anche per gli autori di queste vite non avrebbero dovuto rispondere. Si vuole arricchire solo gli effetti positivi di queste misure e solo per loro. Le conseguenze devastanti per l’intero ecosistema, noi compresi, si accompagnano con l’approvazione e in alcuni casi anche di loro. Ma nessuno ci crede comunque, che le tecniche sono così avanzate che le tempeste , terremoti, inondazioni,siccità , ecc possono essere generati artificialmente.

La cosa importante è chiarire esattamente perché usano questi esperimenti sul campo, che include tutti noi.

E se quindi non si vuole tutto questo, bisogna assicurarsi di controllare solo la questione del perché il sole non è giallo, ma bianco. I bambini che crescono oggi, vedono il sole bianco e non più come lo vedeva la nostra generazione e le generazioni prima della nostra, che lo vedevano giallo.

Il sole lo si dipingeva di colore giallo brillante. I bambini di oggi dipingono il sole di colore bianco.

E queste sono proprio le conseguenze delle scie chimiche ufficialmente descritte .

fonte: http://ningizhzidda.blogspot.it

Scie chimiche in Thailandia


cloud-seeding-thailand

 

A differenza di quanto avviene nei vari paesi del mondo, in Thailandia, le scie chimiche non solo non sono occultate dietro una coltre di disinformazione, ma per giunta vengono esibite in spot dell’Aeronautica di Sua maestà. Naturalmente queste attività vengono spacciate per benefici interventi di cloud-seeding atti a favorire le piogge in aree afflitte dalla siccità.

I velivoli chimici inseminano i cumuli: dopo qualche ora scrosci copiosi irrorano le risaie e riempiono gli invasi. Tutto bene? Nient’affatto! Assistiamo in realtà ad operazioni di perniciosa manipolazione della biosfera: queste operazioni sono presentate come una “danza della pioggia“.

Da rilevare che, nella ricostruzione animata (qui), sono mostrati gli aerei mentre incrociano alla quota dei cumuli, con tanto di indicazione dell’altitudine. Sono le quote precisate già alcuni anni fa da Tanker Enemy (e da numerosi altri ricercatori nel mondo) come quelle tipiche delle scie tossiche che solcano i cieli del pianeta.


Occorre qui demistificare un sofisma diffuso ad arte dai disinformatori:

il cloud seeding, ossia l’inseminazione dei nembi per provocare la pioggia, è, a tutti gli effetti, assimilabile alle scie chimiche (alias geo-ingegneria o bio-ingegneria).

Identico è, infatti, il modus operandi; identico è uno degli scopi, ossia la manipolazione meteorologica; identica è la conseguenza, cioè la contaminazione della biosfera.

Per il cloud seeding sono usati lo ioduro d’argento e soprattutto oggi giorno lo Pseudomonas syringae, un batterio causa di varie malattie tra le piante.

E’ vero che l’inseminazione delle nubi per favorire le precipitazioni è prassi ammessa dalle istituzioni, mentre le altre criminali attività sono pervicacemente negate, ma la ratio di questi fatti è la medesima.

E’ evidente che il governo thailandese ha optato per un’ammissione “dolce” che è un modo per minimizzare e depistare. Così l’animazione mostra apparecchi con gli occhioni, a mo’ di teneri cuccioli, intenti a compiere allegre scorribande, ma le parvenze e movenze bambinesche nascondono una triste realtà.

Ufficialmente i velivoli disperdono sostanze per propiziare le piogge, ma la verità è un’altra, ossia siamo sempre in presenza di gravi e spesso irreversibili alterazioni degli equilibri ecologici, nell’ambito di sinistri progetti militari, anche quando vengono ostentati fini “benevoli”.

Anche in Italia il cosiddetto “Progetto pioggia”, avviato già negli anni ‘70 del XX secolo in Puglia, fu solo un pretesto per spianare la strada a massicci interventi di modificazione ambientale.

Gli esecutivi di tutti gli altri stati, invece, si ostinano a smentire ed a forviare con spiegazioni risibili, quanto più le criminali irrorazioni si intensificano.

Fonte: http://www.tankerenemy.com

HAARP: Cambiamenti del Clima, Tecnologie


La modificazione del clima esiste sia in America che in Europa. La capacità di implementare ulteriormente questa tecnologia per lo spopolamento globale senza farsi scoprire, deve essere estremamente allettante per i malthusiani, poichè siccità, uragani ed inondazioni possono essere attribuite alla variabilità climatica naturale, tempeste solari e riscaldamento globale.

Lo studio della futura strategia militare chiamata Airforce 2025, è stato redatto dagli Stati Uniti Air University nel 1996.

Nella sezione intitolata “Weather as a Force Multiplier” (Clima come moltiplicatore di forza): possedendo il tempo nel 2025, gli autori affermano che i modelli climatici che lo alterano, finiranno per diventare “parte integrante della politica di sicurezza nazionale degli USA (ma non solo) sia per applicazioni nazionali che internazionali “.

Dal 2025, l’Air Force ha piene aspettative per esser in grado di influenzare il tempo “su una mesoscala (<200 kmq) o microscala (area locale immediata) per ottenere capacità operative. “…. “Il raggiungimento di una tale capacità di modificazione, estremamente e ragionevolmente precisa, nei prossimi 30 anni richiederà il superamento di qualche ostacolo, che non sarà tecnologico e/o giuridico “, dice il rapporto.

Le lezioni della storia indicano le reali capacità sulla modificazione climatica che esisteranno fino alla fine, nonostante il rischio: perchè questo esiste. La gente ha sempre voluto controllare il tempo e questo desiderio li obbliga a perseguire collettivamente e continuamente l’obiettivo“, conclude il rapporto. L’esercito ha anche lo scopo di negare al nemico la capacità di comunicazione satellitare, modificando la ionosfera terrestre.

Uno degli obiettivi dichiarati da HAARP, è quello di ‘simulare e controllare i processi ionosferici che potrebbero alterare le prestazioni delle comunicazioni e dei sistemi di sorveglianza“. HAARP fu istituito a Gakona, in Alaska il 18 ottobre 1993. HAARP ha una portata di 3,6 Gigawatt di alta energia a frequenza radioprodotta dalle antenne terrestri alla ionosfera.

Secondo la scheda dal sito di HAARP:

L’interesse per la ionosfera non si limita agli Stati Uniti: un consorzio di 5 paesi opera nel sito European Incoherent Scatter Radar (EISCAT), il primo centro di ricerca ionosferica a livello internazionale, si trova nel nord della Norvegia, vicino a Tromsø.

Altri impianti si trovano anche a JicamarcaPerù, nei pressi di Mosca, Nizhny Novgorod (“SURA“) e Apatity, Russia. Nei pressi di Kharkov, in Ucrainaed a Dushanbe, Tagikistan.

Airforce 2025 non specifica HAARP come dispositivo di modificazione del clima e non è nemmeno uno dei motivi ufficiali di HAARP. Tuttavia, il brevetto statunitense sulle tecnologie HAARP, afferma che può servire come riscaldatore ionosferico gigante:

In tali esperimenti, le regioni della ionosfera vengono riscaldate per cambiare densità all’elettronee, quindi, la loro temperatura. Questo viene realizzato trasmettendo da antenne a terra radiazioni elettromagnetiche ad alta frequenza, ad una angolazione sostanziale, non parallela, al campo magnetico della ionosfera per riscaldare le sue particelle principalmente da riscaldamento ohmico (o riscaldamento resistivo).

 

In questi esperimenti, la temperatura dell’elettrone nella ionosfera viene aumentata di centinaia di gradi e – gli elettroni con diversi elettronvolt (unità di misura molto piccola) di energia – vengono prodotti in numero sufficiente per migliorare l’incandescenza dell’aria (U.S. Patent no 4,686,605 11 August 1987 ).

La sezione informativa del brevetto aggiunge:

La produzione di ionizzazione rafforzata, modificherà anche la ripartizione dei costituenti atomici e molecolari dell’atmosfera, in particolare tramite l’aumentata concentrazione atomica di azoto.

L’atmosfera superiore, normalmente è ricca di ossigeno atomico (il costituente atmosferico dominante superiore a 200 km di quota), ma l’azoto atomico – di solito – è relativamente raro.

Questo può essere previsto per manifestare se stesso nell’aumento dell’incandescenza dell’aria, tra gli altri effetti ….
Questa invenzione ha una serie fenomenale di possibili ramificazioni e potenziali sviluppi futuri.

Come accennato in precedenza, la distruzione di missili o aerei, la loro deviazione o confusione, risulterebbe – in particolare – quando saranno impiegate le particelle relativistiche.

Inoltre, grandi regioni dell’atmosfera potrebbero venir sollevate ad una quota inaspettatamente alta, in modo tale che i missili incontrerebbero forze di resistenza inattese e non pianificate con la distruzione conseguente o deflessione della stessa.
La modificazione climatica sarà possibile – per esempio – alterando i venti atmosferici superiori o alterando l’assorbimento solare per costruire uno o più pennacchi di particelle atmosferiche che andranno ad agire come una lente o un dispositivo di messa a fuoco.

HAARP è chiaramente una delle tecnologie di modificazione climatica nota fin dagli autori di ”2025” (Air Force). L’investigatore principale indipendente mondiale di HAARP è anche l’autore “Angels Don’t Play this HAARP“, il Dr. Nick Begich dell’Alaska. Ci spiega:

HAARP distrugge la ionosfera già relativamente instabile. Un punto da ricordare è che la ionosfera è uno scudo attivo elettrico che protegge il pianeta dal costante bombardamento di particelle ad alta energia provenienti dallo spazio. Questa conduzione di plasma, assieme al campo magnetico della Terra, intrappola il plasma elettrico nello spazio, impedendogli di andare direttamente sulla superficie della terra, affermaCharles Yost di Dynamic Systems, Leicester, North Carolina. “Se la ionosfera è fortemente disturbata, l’atmosfera sotto sarà successivamente disturbata.

Il Dr. Begich considera anche il ruolo di modificazione del clima come arma di distruzione di massa:

Nel 1966, il professor Gordon JF MacDonald era il direttore associato del Institute of Geophysics and Planetary Physicspresso la University of California, Los Angeles, era membro delPresident’s Science Advisory Committee e – più avanti – membro del President’s Council on Environmental Quality.
Ha pubblicato relazioni sull’uso di tecnologie di controllo ambientale per scopi militari.

MacDonald ha lasciato un commento rivelatore: “La chiave per la guerra geofisica è l’identificazione di instabilità ambientali, la quale aggiungendo una piccola quantità di energia, rilascerebbe quantità di energia di gran lunga maggiore. ”
MacDonald ebbe una serie di idee per usare l’ambiente come un sistema d’arma e lui contribuì a quello che era – a quei tempi – il sogno di un futurista.

Quando scrisse il suo capitolo, “How To Wreck The Environment (Come far naufragare l’Ambiente)”, per il libro “Unless Peace Comes“, non stava scherzando. In esso, descrive l’uso della manipolazione climatica, della modificazione del clima, della calotta di ghiaccio polare, della fusione o destabilizzazione, delle tecniche dello strato di ozono, dell’ingegneria sismica, del controllo delle onde dell’oceano e della manipolazione cerebrale usando i campi energetici del pianeta.

Disse anche che questi tipi di armi sarebbero state sviluppate e – se usate – le loro vittime non sarebbero praticamente rilevabili.

Vale la pena notare che questo libro fu scritto due anni dopo” The Report From Iron Mountain“.

Questo rapporto identificava il disastro ambientale come credibile sostituto della guerra allo scopo di preservare la gerarchia sociale, una volta che il governo mondiale avrebbe stabilito la pace permanente.
In risposta alla testimonianza del Dr. Nick Begich al European Parliament’s Foreign Affairs Subcommittee on Security and Disarmament (Parlamento europeo Affari esteri Sottocommissione per la sicurezza e il disarmo)

il 6 febbraio 1998 a Bruxelles, il deputato svedese – la signora Maj Britt Theorin – presentò una proposta per un’inchiesta internazionale indipendente su HAARP, un anno dopo. La risoluzione descrive HAARP come un sistema di armi che distrugge il clima e,

… in virtù del suo esteso impatto sull’ambiente, tanto da avere una preoccupazione globale, si chiede che le sue implicazioni legali, ecologiche ed etiche siano esaminate da parte di un organismo internazionale indipendente prima di ogni ulteriore ricerca e sperimentazione; con grande rammarico abbiamo il reiterato rifiuto dell’Amministrazione degli Stati Uniti per mandare qualcuno di persona a testimoniare l’audizione pubblica o di una qualsiasi riunione successiva dalla commissione competente sui rischi pubblici ed ambientali connessi con il programma HAARP attualmente finanziato in Alaska.

Nell’ottobre 2001, un disegno di legge simile fu presentato al Congresso degli Stati UnitiDennis Kucinich, il deputato democratico ed ex capo della Armed Services Oversight Committee, propose al 107° Congresso, la “The Preservation of Space Act, HR2977“.

Questo chiedeva il divieto di armi spaziali basate con specifico riferimento HAARP nella sezione (c):

La nozione di “exotic weapons systems” comprende le armi destinate a danneggiare spazio o ecosistemi naturali (come l’atmosfera e ionosfera superiore) o clima, tempo e sistemi tettonici (terremoti) con lo scopo di indurre danni o distruzione su un target di popolazione o regione sulla terra o nello spazio.

Nello stesso disegno di legge, Dennis Kucinich elencava ‘scie chimiche’come una delle armi base dello spazio da bandire.

Questo è un velivolo che vola ad alta quota spruzzando sostanze chimiche nell’aria: un programma di Stati Uniti ed Europa, osservati con sempre maggior frequenza negli ultimi due anni.

A differenza delle normali scie di condensazione dei motori a reazione – che si formano quando lo scarico del motore caldo condensa, molto simili a quando si espira l’aria fuori dalla bocca in una giornata fredda – le scie chimiche persistono per ore, trasformando un cielo sereno in una foschia lattiginosa, in un processo che US Air Force chiama “oscuramento aereo“.

Cosa venga spruzzato non è ben chiaro: le sole striature biancastre nel cielo che spesso formano delle griglie, sono la prova del programma. U.S. Airforce’s Boeing KC-135 sembra essere la fonte principale delle scie chimiche in Nord America.

La Hugbes Aircraft Company è in possesso di un brevetto relativo ad un meccanismo per spruzzare nell’atmosfera ossido di alluminio con un jet, dallo scarico del motore.

Alcuni ricercatori ritengono che alcuni dei metalli spruzzati – specialmente il bario – siano progettati proprio per interagire con le frequenze elettromagnetiche generate da HAARP.

Infine, in relazione a possibili scenari della legge marziale ed alle recenti e bizzarre interruzioni di elettricità che hanno colpito 50 milioni di americani e canadesi nel mese di agosto 2003 ed un mese dopo colpirono Londra, Italia e Danimarca, nel sito web di HAARP si legge:

I disturbi della ionosfera alle alte latitudini, possono anche agire in modo tale da indurre grandi correnti nelle reti elettriche: si ritiene che queste possano causare le interruzioni di corrente.

Continuate pure a pensare che HAARP sia una stazione radio che trasmette musica leggera… e che le scie chimiche servano ad abbellire il cielo. Auguri

Fonte: http://www.gamerlandia.net/

H.A.A.R.P.: l’arma più distruttiva che sia mai stata inventata


 

Come è noto, con H.A.A.R.P. si intende un gigantesco sistema di antenne ubicate a Gakona (Alaska), il cui scopo ufficiale è lo studio della ionosfera, ma che in realtà è una potente arma per manipolazioni climatiche e tettoniche. Occorre ricordare che impianti simili, altrettanto potenti, sorgono anche altrove, in  Svezia, Russia, Francia, Italia… Lo studio di Alessio Di Benedetto è un contributo fondamentale, poiché dovuto ad un esperto nel campo delle frequenze: l’autore, infatti, è docente di Storia ed estetica musicale presso il conservatorio di Foggia.

Ha scritto numerosi libri di argomento musicale, in cui spazia dalla storia antica alla fisica, dalla simbologia alle scienze di frontiera. Le sue numerose pubblicazioni hanno riscosso grande successo di critica e di pubblico.

Chi meglio di Di Benedetto dunque, abituato a disquisire di armoniche, frequenze, vibrazioni… può comprendere i veri fini di H.A.A.R.P.? Il testo illumina, con mirabile chiarezza e sulla base di investigazioni scientifiche, la relazione tra risonanza Schumann, la pulsazione naturale della Terra, e l’inquinamento elettromagnetico.

E’ doveroso ringraziare ancora una volta il gentilissimo Dottor Gianni Ginatta che ci ha segnalato l’articolo. Validissimo ricercatore, animato dal sincero desiderio di verità, al Dottor Ginatta vanno i nostri attestati di stima per la sua abnegazione e per il suo disinteressato sostegno.

L’uomo materialistico, assetato di potere e di odio per il mondo ed il creato, ha messo a punto un sistema di distruzione del Canto della Terra, la cui voce risuona alla frequenza di 7,83 htz.

Ci riferiamo al Progetto H.A.A.R.P., un vero e proprio piano di manipolazione mentale, per controllare il nostro modo di pensare.

Esso è stato realizzato dai poteri forti statunitensi attraverso l’emissione nell’atmosfera di segnali sonori molto bassi (infrasuoni) che interferiscono con il flusso di onde analoghe irradiate dal cervello umano.

Non dimentichiamo che, dal punto di vista della Fisica vibrazionale, tutti i processi biologici dipendono dalle interazioni dei campi elettromagnetici e gravitazionali. Qualsiasi attività umana organica e vitale pulsa in risonanza con la frequenza Schumann. La nostra stessa salute dipende dall’accordo con siffatto suono. L’alterazione artificiale di cui è fatta oggetto questa frequenza della Terra ci impedisce di sognare, di fantasticare, d’inventare, di stare in pace con noi stessi e con gli altri.

[…] Il cervello emette onde che, nello stato di veglia, funzionano all’incirca tra 13 e 33 hertz (onde Beta) o che durante lo stato di meditazione profonda variano tra 3 e 7 hertz.

Le onde Alfa (7-12 hertz) si sprigionano nel dormiveglia o in una condizione meditativa leggera.

Infine vi sono le onde Gamma (34-60 hertz) che sono preposte a collegare tempo e spazio a livello neuronale e ad interrelare la realtà in quanto interpretazione complessiva (memoria e coscienza).

L’uomo è il prodotto di un’interferenza d’onda generata tra il suo campo elettrodinamico e la risonanza di cavità Schumann.

Il cervello umano è un complicatissimo congegno ricetrasmittente.

Ne consegue che le turbolenze geomagnetiche causate da H.A.A.R.P. e dall’innalzamento della temperatura terrestre (provocato anche dalle scie chimiche, n.d.r.), provocano disturbi mentali e del comportamento.

L’elettrosmog potrebbe oggi causare cambiamenti evolutivi incontrollabili e distruggere alcune specie viventi nonché scatenare attacchi cardiaci, tentativi di suicidio, crimini efferati…

La cassa di risonanza Terra-Ionosfera subisce delle modulazioni naturali derivanti dalle macchie solari, dal ciclo lunare, dalle maree che variano lo spessore risonante della biosfera.

Progetti come H.A.A.R.P., che riscaldano o eliminano la ionosfera, costituiscono potenzialmente una minaccia di proporzioni catastrofiche per gli equilibri armonici degli esseri viventi e del pianeta.

L’innalzamento della risonanza Schumann deriva da immissioni di reti elettromagnetiche artificiali e di cluorofluorocarburi che stanno distruggendo l’ecosistema vibrazionale terrestre. Nulla a che vedere dunque con la ventilata elevazione della coscienza planetaria.

[…] Già nel 1915 Nikola Tesla rilasciò un’intervista al New York Times in cui affermò che era possibile alterare la ionosfera. Variando le frequenze in gioco ed i tempi di esposizione, si possono ottenere i seguenti risultati:

– influire in maniera drastica sul tempo atmosferico;
– provocare terremoti;
– interferire con le onde cerebrali di uomini ed animali;
– generare esplosioni nucleari senza ricaduta radioattiva;
– eseguire la tomografia della Terra;
– irradiare calore persino in bunker situati a grandi profondità;
– eliminare le comunicazioni su aree specifiche vaste, mantenendo quelle militari.

La ionosfera è simile ad una sottile pelle protettiva contro le particelle ad alta energia che viaggiano verso la Terra dal Sole. Dan Eden ricorda che persino un buco temporaneo o uno strappo in questo campo ionizzato potrebbe produrre delle mutazioni genetiche e persino la morte. Alcuni scienziati temono pure che la ionosfera potrebbe collassare per uno squilibrio elettrico.

[…] Siamo perciò di fronte ad una delle armi geofisiche il cui potere devastante non ha confini e che è in grado di produrre alluvioni o siccità, esplosioni radianti a qualsiasi altitudine e sotto la crosta terrestre, provocando terremoti di qualsiasi entità.

 

fonte: http://www.tankerenemy.com